Gli orti e i giardini botanici* sono sempre stati una mia grandissima passione: per meravigliarmi, imparare o anche solo fare una passeggiata rilassante immerso nelle mie riflessioni ne ho frequentati assiduamente molti nella mia vita: solo per citarne alcuni, ricordo le sfacchinate per raggiungere il Giardino Botanico Alpino Bruno Peyronel in fondo alla Conca del Prà, le gite col CAI al Giardino Botanico Valderia, le tante giornate trascorse durante gli anni di Giurisprudenza all’Orto Botanico dell’Università degli Studi di Torino, al Parco di Cavoretto e a quello dei Salesiani in Valsalice. Le gite con Arihanna al Giardino Botanico REA di Trana e a Villa Taranto a Pallanza e le giornate di riposo durante il servizio militare trascorse ai Giardini di Castel Trauttmansdorff a Merano, …

Poi, con la maturità e gli impegni lavorativi/familiari che assorbono la quasi totalità del tempo disponibile, la frequentazione si è interrotta: grazie all’Eremo ElGram potrò però in un certo senso riprendere questa bella passione. I precedenti proprietari erano infatti degli appassionati botanici dal fantastico “pollice verde” e hanno piantato nel giardino dell’immobile moltissime varietà particolari di piante e fiori, studiandone anche il calendario di fioritura, così da avere tutto l’anno punti colorati!

Ora impiegheremo anni a trovare il nome di questi vegetali e a comprenderne le caratteristiche per prendercene cura al meglio… e per questo motivo ho pensato di gestire l’attività in questo modo:

  1. Farò stampare dal mio tipografo di fiducia dei cartellini in materiale durevole (plastico o metallico) con un QR-CODE di rimando a una pagina del sito web BroomGulf e un numero progressivo. I cartellini saranno legati in modo ben visibile alla pianta;
  2. Nella pagina web sarà pubblicato l’indice dei nomi delle essenze vegetali associato al numero progressivo (es. 1-GIGLIO) che sarà collegato a un link di rimando a una pagina specifica dedicata, dove sarà approfondito lo studio della pianta.
  3. In questo modo si otterrà un database aggiornabile, semplicemente consultabile in loco o da remoto, pubblico e online… e noi avremo il nostro piccolo orto botanico che, col tempo, potremo anche ampliare in superficie e numero di essenze! 😉😀💪

Oggi (16/07/21) ho immaginato e disegnato il logo del progetto… la tuba verde di Bron ribaltata, a mo di cesto, colma di fiori dei colori che preferiamo!

Oggi (20/07/21) ho creato la pagina web base, ho realizzato il QR-CODE e ho disegnato la prima bozza di etichetta:

Oggi (01/08/2021) la mia Tipografia di fiducia mi ha consegnato i primi cento cartellini realizzati in Forex  ( pvc rigido) spessore 3 mm con applicati adesivi stampati su vinile con laminazione protettiva lunga durata. Sono fortissimi!

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Arihanna e Bron ElGram (@bron_elgram)


 

* Un orto botanico (in latino hortus botanicus) è un ambiente naturale ricreato artificialmente che raccoglie una grande varietà di piante categorizzate per scopi scientifici e per l’educazione dei visitatori. Il giardino botanico ne viene considerato un sinonimo, anche se taluni considerano questo come un ambiente a scopo di ricreazione e di studio mentre l’orto avrebbe storicamente una funzione di produzione di sostanze medicamentose, in quantità sufficienti a rifornire un vicino ospedale. Spesso associato ad esso vi sono una biblioteca ed un erbario per lo studio e la catalogazione delle specie.

(articolo in bozza)