Siamo riusciti a mantenere, con relativa coerenza e puntuali aggiustamenti/miglioramenti, la “routine” (alimentazione, lavoro retribuito, gestione della casa, attività fisica e passioni varie) da ottobre 2015 a fine 2020 (LEGGI QUI IL PRIMO ARTICOLO). E ciò ha oggettivamente migliorato la qualità della nostra vita sotto molteplici aspetti.

Poi nel 2021 e 2022 la vita è stata sconvolta da eventi “epocali”, alcuni meravigliosi (come l’aver finalmente trovato l’EREMO che cercavamo da un lustro e più) e altri molto gravosi o dolorosissimi… e la “routine”, per forza di cose, ha subito rallentamenti, sospensioni e ripartenze con variazioni.

Ora non è che il periodo turbolento sia concluso, ma diciamo che ci siamo abituati a navigare in acque agitate… e così credo sia tempo di riprovare a stabilire una nuova “routine” che faccia tesoro dell’esperienza passata e si adatti alla nuova realtà abitativa e lavorativa.

Analizziamo le macro aree:

1. ALIMENTAZIONE 

Le linee guida definite chiaramente nell’articolo pubblicato a giugno 2020 sono confermate.

In questi ultimi due anni abbiamo apportato dei piccoli miglioramenti: nello specifico la vita in valle all’Eremo ElGram ci permette di consumare più pane “contadino” (es. le “micche di Mompellato”) rispetto a quello di produzione industriale, uova e formaggi di capra (o misto vaccino,per evitare di far dimenticare agli enzimi del sistema digestivo l’alimento) prodotti localmente, funghi e ortaggi autoprodotti. Arihanna da oltre un anno è entrata nel fantastico mondo del “lievito madre” e così ogni settimana autoproduce una pizza o una torta salata. L’acquisto della friggitrice ad aria e di un nuovo microonde ha portato grandi benefici (il forno fa anche uno yogurt cremosissimo! Migliore di quello che facevo io a Hoikos con il fermentatore da 6 barattoli).  Abbiamo poi ridotto il numero di pizze alla settimana da 2/3 a 1/2  e il numero di caffè da 3/4 a 2/3. La mattina prendiamo una pastiglia di integratore di magnesio e mangiamo una banana per il potassio. La sera prima di andare a dormire tisana con bacche di rosa canina autoprodotte.

In questi due anni abbiamo invece saltato spesso il digiuno del martedì, cosa che riprenderemo contestualmente a fare, e voglio prendere in considerazione di bere un mezzo bicchiere di vino rosso al giorno (ho letto che comporta tanti benefici, per esempio con il té verde aiuta a combattere l’Alzheimer).

2. MOVIMENTO E ALLENAMENTO

Negli ultimi anni la nostra attività fisica routinaria è consistita in quotidiane passeggiate con Margot per Pianezza (nei giorni festivi anche di diversi km) e in due/quattro sessioni di palestra nella sala che abbiamo attrezzato in una parte della mansarda.

Il 2021 si è praticamente fermato tutto: la ristrutturazione dell’Eremo e la gestione di Hoikos si sono presi tutto il tempo e Margot, finalmente, può correre serena in uno spazio enorme, invece di passeggiare al guinzaglio calpestando asfalto. Trasferendoci per periodi sempre più lunghi all’Eremo, la palestra domestica è stata progressivamente abbandonata. Da novembre, però, ci siamo imposti una lunga camminata nei boschi e per i sentieri montani intorno qui intorno ogni sabato o domenica mattina. Siamo partiti con circuiti brevi e semplici ma ormai la regola è tra i 5 e i 10+ km, anche con pendenze importanti. 42 volte in un anno mi pare un ottimo traguardo, tanto per iniziare!

Parallelamente, tornati a lavorare in ufficio in presenza, ho da poco riportato il cuscino Sissel per gli addominali e ogni pausa pranzo si fa una bella camminata.

Altro obiettivo dell’anno è, costruito il giardino d’inverno all’Eremo, destinarne un angolo a palestra dove trasferire le attrezzature e, parallelamente, utilizzare il solarium della “torretta” come area meditativa (Vipassana, Tai Chi e Yoga). Spero di riuscire anche nelle prossime settimane a inaugurare il nuovo campo da tiro con l’arco così da riprendere dopo troppo tempo fermi.

A tendere (ma credo non prima del 2024-2025), vorrei ricominciare a pagaiare al Lago Grande di Avigliana, pedalare magari con un e-bike e, magari, ricominciare a fare qualche ferrata se non ad arrampicare. Tornare a vivere in collina/montagna comporta dei sacrifici ma anche tante possibilità concrete difficilmente fruibili vivendo nella metropoli.

 

Ricopio, per non dimenticarlo, lo schema della routine applicata in Hoikos:

SPECIFICA ALLENAMENTI

RISCALDAMENTO

  1. TOCCARE I PIEDI: Inclinarsi lentamente in avanti fino a raggiungere le dita dei piedi e contare sino a 15 (x2);
  2. ALZARE LE SPALLE: Alzare prima una spalla poi l’altra fino all’orecchio (15×2);
  3. TORSIONI TESTA: Inclinare prima la testa verso destra e poi verso sinistra. Quindi fare lentamente un giro completo da destra a sinistra senza mai andare troppo indietro con il collo (x15);
  4. STRETCH TENDINE: Sedersi allungare una gamba in avanti e piegare l’altra sull’interno coscia. Prendere le dita dei piedi con la mano corrispondente e contare sino a 15 (x2). Fare lo stesso con l’altra gamba;
  5. STRETCH COSCIA: Sedersi con le piante dei piedi che si toccano e le ginocchia larghe. Avvicinare il più possibile i piedi al corpo. Poi lentamente avvicinare le ginocchia al pavimento, contare sino a 15 e ripetere 2 volte;
  6. STRETCH LATERALE: Alzare le braccia. Poi una alla volta le spalle più in alto possibile 15 volte (x2);
  7. STRETCH POLPACCIO: Appoggiare le braccia al muro. Alternando prima una gamba e poi l’altra, portare prima un ginocchio avanti con la punta del piede al muro e stendere indietro l’altra gamba. Contare fino a 15 e cambiare gamba (x2).

MOVIMENTO 

A sessioni alterne:

  1. SPIN-BIKE (partire da allenamento di 20’ e aumentare progressivamente di 5’ sino a raggiungere i 50’ massimi – seguo lezioni su You-Tube)
  2. PESISTICA (partire da allenamento di 20’ e aumentare progressivamente di 5’ sino a raggiungere i 50’ massimi. Blocchi da 15 ripetizioni intervallo 1’ di pausa)
    • SBARRA ORIZZONTALE. MANI AVANTI + MANI INDIETRO
    • PESI GAMBE
    • SBARRA VERTICALE MANIGLIA. MANI AVANTI + MANI DIETRO
    • CATENA IN PIEDI. MANI AVANTI + MANI DIETRO
    • (avvita gancio) SBARRA VERTICALE SPUGNE
    • KETTLEBELL

Sempre:

  1. ADDOMINALI CON ATTREZZO Blocchi da 15 ripetizioni intervallo 1’ di pausa)
    • TIRARSI SU. MANI AVANTI + MANI INDIETRO
    • ADDOMINALI ALTI GAMBE PIEGATE FERME. MANI AVANTI + MANI DIETRO
    • ADDOMINALI BASSI GAMBE ALLUNGATE TIRATE SU. SOLO MANI DIETRO

RAFFREDDAMENTO

Imparare progressivamente le figure del TAI-CHI come da manuale e Yoga come da lezioni su You-Tube.

 

3. RIPOSO NOTTURNO

Ci ho impiegato anni a regolarizzarmi… ora da un bel po’ si va a dormire tra le 22 e le 23 e ci si alza tra le 6 e le 7. E continueremo così.

4. TECNOLOGIA

Robotica e domotica applicate il più possibile, seguendo gli sviluppi e le novità del mercato. Idem la consegna a domicilio della spesa, che permette un importante risparmio di tempo.

5. CONTROLLI PERIODICI

Check up periodici per monitorare eventuali problematiche fisiche che, col passare degli anni, è sempre più probabile che insorgano.

6. ANIMALI DOMESTICI

Gli ultimi anni hanno visto Gordon, Duncan e le mie Carpe Koi passare il ponte arcobaleno… quindi i carichi di lavoro sono diminuiti, ma la politica applicata è sempre quella definita anni fa: animali (come vegetali) in spazi sempre più ampi ed esterni (esempio voliera grande o laghetto invece di acquario) e contenimento del numero così da poter ricominciare a viaggiare un po’.