In questo articolo raccoglierò note, valutazioni e brevi recensioni relative a vecchi titoli giocati in passato su PC, MOBILE e CONSOLE.
Per agevolare la consultazione ordinerò i giochi per decennio di rilascio ufficiale e, all’interno del periodo, in ordine alfabetico.
La mia analisi sarà estremamente sintetica: una sorta di promemoria base per altri progetti futuri: per ogni titolo lascerò comunque un link di rimando a pagine web che lo hanno descritto molto più approfonditamente! 😉


Raccolta di copertine in ordine alfabetico:


 


A PLAGUE TALE: INNOCENCE

Piattaforma: PS4 (ultimo titolo giocato su questa console)
Pubblicazione: 2019-2021
Genere: Avventura

Ottimo titolo veramente capace di emozionare: personaggi carismatici, meccaniche di gioco viste e riviste ma ben gestite, ambientazione fantastica con una grafica e un comparto sonoro di altissimo livello. Mi ha solo stressato un po’ il finale: la seconda metà del XVI capitolo e il combattimento con il boss conclusivo necessitano di una manualità che non ho ancora maturato con la nuova PS5 e quindi, morto x volte, mi sono goduto il finale su un video di YouTube! (PS: ho giocato 14 capitoli su PS4 e gli ultimi due su PS5 in simulazione. Non è detto che in futuro lo rigiochi in edizione PS5, che è in download gratuito!)

GIUDIZIO GLOBALE: 4.5 su 5
TROFEI PlayStation: 28%
Approfondimento


A PLAGUE TALE: REQUIEM

Piattaforma: PS5
Pubblicazione: 2022
Genere: Avventura

Un titolo ancor migliore del precedente: la grafica è eccezionale, forse la migliore che io abbia visto ad oggi. I personaggi sono coinvolgenti ai massimi livelli: nel finale non nascondo di essermi sinceramente emozionato. Rimane una pecca (a mio parere, per i miei gusti) già evidenziata nello scorso titolo: in molti passaggi è veramente snervante. Comprendo che faccia parte della storia per dare enfasi a una serie di situazioni… ma in certi passaggi è veramente ostico superare certe prove così come in altri l’ambientazione diventa soffocante e ansiogena. Rappresenta comunque uno dei più bei titoli che ho avuto il piacere di giocare negli ultimi anni.

GIUDIZIO GLOBALE: 5- su 5
TROFEI PlayStation: 46%
Approfondimento


ALAN WAKE REMASTERED

Piattaforma: PS4-PS5
Pubblicazione: 2019-2021
Genere: Avventura, Survivor horror

Dono di PSN. Quando ho visto che veniva donato questo titolo mi si sono subito drizzate le orecchie: ricordo infatti perfettamente che nei primi anni 2000 questo titolo rappresentò uno degli elementi di “fazionamento” tra giocatori Sony e giocatori Microsoft. Un po’ come in questi giorni lo sono Starfield da una parte e Horizon dall’altra. Alan Wake era infatti un quotatissimo survivor horror assoluta esclusiva Xbox! L’ho quindi scaricato, installato, giocato un’ora… e niente. Di fatto è un bel gioco del 2000. Ma siamo nel 2023. Ciaone.

GIUDIZIO GLOBALE: 3.5 su 5
TROFEI PlayStation: 1%
Approfondimento


BLACK DESERT

Piattaforma: PS4-PS5
Pubblicazione: 2019-2023
Genere: MMORPG (coreano)

Dono PSN. Grafica pazzesca e un mondo immenso… ma, sarà l’età, non ci riesco a stare dietro! Tutto in inglese parlato molto velocemente, una marea di cose da fare tra raccogliere, interagire, craftare, esplorare e combattere. E’ coreano, quindi il GDR ha classi gestite in modo diverso dai classici GDR occidentali… sia per gli attributi estetici che per le abilità. E non mi ci trovo. Spopolano ovunque mutandine bianche, curve mozziafiato e addominali scolpiti… e ciò non è un male. Ma tra luci stroboscopiche, combattimenti al fulmicotone e vocine acutissime rischio la crisi epilettica! Giocato due ore e poi disinstallato.

GIUDIZIO GLOBALE: 4 su 5
TROFEI PlayStation: 0%
Approfondimento


CHIVALRY 2

Piattaforma: PS4-PS5
Pubblicazione: 2021
Genere: Simulazione battaglie medievali, hack ‘d slash

Dono PSN. Se l’obiettivo degli sviluppatori era quello di far provare al giocatore la violenza e la brutalità dei campi di battaglia medievali, l’hanno centrato in pieno. La grafica e il gameplay sono di ottimo livello. Il coinvolgimento è totale. Ho fatto il tutorial e poi mi sono gettato nel primo scontro con la squadra blu: abbiamo vinto e ho collezionato il mio primo trofeo. Poi, finito l’effetto dell’adrenalina, mi sono reso conto che tutte le finezze studiate per rendere coinvolgenti gli scontri, rimangono messi da parte nel 99% dei casi. Infatti gli scontri sono delle carneficine dove non hai tempo di pensare ma solo di sopravvivere… dove vince chi appartiene al gruppo più numeroso e ha la fortuna di non trovarsi nel posto sbagliato al posto sbagliato. Come nella vita reale insomma! Così l’ho disinstallato. Certo che, riflessione a lato, la maggior parte di noi in un mondo così sarebbe sopravvissuta qualche giorno o poco più.

GIUDIZIO GLOBALE: 4 su 5
TROFEI PlayStation: 1%
Approfondimento


CONTROL

Piattaforma: PS4
Pubblicazione: 2019-2021
Genere: Sparatutto in terza persona

Che delusione. Ho letto tanti articoli su questo titolo e avevo grandi aspettative. L’ho anche inserito nella mia Wish List e sono stato felice quando PSN me l’ha donato. Qualche giorno fa l’ho installato… ho iniziato e sbaam!!! Prima porta in faccia con l’avvio: ambientazione, grafica, interattività non mi convincono. Così come i poteri paranormali che mi avevano tanto intrippato (immaginavo qualcosa stile Jedi…). Così, infine, come la trama intricata e la scarsa caratterizzazione del personaggio. Alla fin fine non è altro che un caotico sparatutto nel quale, oltre alle armi da fuoco, puoi scaraventare di tutto addosso ai nemici. Dopo due ore l’ho disinstallato.

GIUDIZIO GLOBALE: 3 su 5
TROFEI PlayStation: 3%
Approfondimento


CYBERPUNK 2077

Piattaforma: PS4 (giocato su PS5)
Pubblicazione: 2020-2022
Genere: Avventura – Sparatutto – Action RPG

Ho atteso questo titolo anni, appassionato come sono da sempre di Blade Runner, di Alita, di The ghost in the shell e Akira. Poi, appena uscito per PS4, ho letto recensioni terribili: a quanto pare è stato commercializzato prima dei test finali e troppi bug impedivano di potere giocare con fluidità il titolo. Le migliaia di giocatori frustrati che si disperavano sui vari forum che frequento mi hanno così spinto ad attendere le patch. 

Il mese scorso, platinato Horizon Forbidden West, mi sono deciso a installare la versione per PS5, donata a tutti i possessori della copia per PS4. Ho personalizzato il mio V con un background da Nomade e sono entrato in Night City.

Oggettivamente non si può non ammettere che siamo di fronte a un’opera ciclopica con una dimensione immensa, un’attenzione al particolare eccezionale, una grafica incredibile. Anche se, come sapete, io non sono un patito del gioco in prima persona e degli sparatutto… mi sono così immerso in questa realtà che non ho dato troppo peso (negativo) a questi aspetti, perchè completamente assorbito dalla trama principale, nell’esplorazione di questo universo riprodotto nella perfetta memoria delle pellicole e delle tavole che l’anno determinato, nella conoscenza di personaggi di uno spessore caratteriale raro nel mondo videoludico (e non mi riferisco solo al Mitico Silverhand… ).

Non ho infatti riscontrato particolari bug o limiti. Anzi forse l’unico limite è nell’immensità dell’opera: tra mille sotto-quest e attività varie e un numero imprecisato di armi, oggetti, mezzi con i quali interagire, si rischia la crisi di panico!

Però, giunto a buon punto della quest principale, ho deciso questa sera di “congelarlo”. Frase che il più delle volte, in passato, è equivalsa ad “abbandono”. Perchè? Per l’ambientazione cyberpunk stessa che, se limitata alla visione di un film o di un anime, è entusiasmante nella sua attualità e probabile prossima concretizzazione reale. Ma se deve divenire lo svago di qualche ora in qualche serata dove vuoi “staccare” dal logorio della quotidianità… allora le tinte fosche, violenza, sesso mercenario, droghe e alcool, dinamiche sociali, conflitti nella propria comunità e una sorta di “pessimismo cosmico” pervadente, non sono certo la giusta ambientazione nella quale perdersi. Night City e i suoi abitanti sono, purtroppo, troppo reali.

Adoro la fantascienza (termine generico qui usato per contrapporlo a un altrettanto generico “fantasy” o “medieval-epic-mytologic fantasy”), ma ne prediligo una versione più “ovattata”, più collegata alla natura, ai miti e ai riti del passato, com’è stato un tempo STARWARS e com’è oggi HORIZON. Quindi… arrivederci V!

GIUDIZIO GLOBALE: 4.5 su 5
TROFEI PlayStation: 7%
Approfondimento


DEATH’S DOOR

Piattaforma: PS4-PS5
Pubblicazione: 2021
Genere: Avventura

Dono PSN. Siamo partiti benissimo: il protagonista è un corvo. Che per di più tira con l’arco. La grafica è isometrica vista dall’alto e molto fumettosa. Cosa volere quindi di più? Un po’ più di semplicità nel gameplay, forse? Sarò un impedito io ma i mini-boss non riesco proprio a sconfiggerli. Ci vuole troppo manualità nel gestire salti, capriole e tiri. O, almeno, non ho tutta questa voglia di perdere tempo nel farlo. Così, seppur a malincuore perchè avrei voluto approfondire la trama, dopo un paio d’ore l’ho disinstallato.

GIUDIZIO GLOBALE: 4 su 5
TROFEI PlayStation: 1%
Approfondimento


DEATH STRANDING

Piattaforma: PS4
Pubblicazione: 2020
Genere: Avventura

Per la prima volta attribuisco un trofeo a un gioco non solo senza averlo platinato, ma anche senza averlo concluso! Però lo merita tutto: non è colpa di nessuno se l’ho giocato in piena emergenza Covid-19 e la sua ambientazione, in certi momenti, fortemente angosciante e ripetitiva mi ha portato a sospenderlo temporaneamente per dedicarmi a titoli più “leggeri”. Comunque sia è un capolavoro: la grafica, la trama, le musiche, i personaggi. Un must.

GIUDIZIO GLOBALE: 5- su 5
TROFEI PlayStation: 37%
Approfondimento
Per spiegare molto cripticamente la natura del videogioco, Kojima ha citato lo scrittore Kōbō Abe: «Il bastone è stato il primo strumento creato dall’umanità per mettere una distanza tra sé e le cose minacciose, per proteggersi. Il secondo strumento creato dall’umanità è stato la corda. Una corda è usata per legare cose importanti e tenerle vicine»;[37]


DESCENDERS

Piattaforma: PS4-PS5
Pubblicazione: 2020
Genere: Sport – Simulazione bici downhill

Dono PSN. Provato tanto per… ho scoperto un gioco molto interessante ma un po’ snervante per la sua complessità. L’ambientazione, la resa grafica, le musiche sono veramente ben studiate, così come la generazione dei percorsi nuova a ogni gara. Però ci vuole una capacità manuale di elevato livello per gestire tutti i comandi con i giusti tempi per ottenere figure interessanti (e in certi casi anche solo per rimanere in pista). Dopo un po’ di capitomboli l’ho disinstallato.

GIUDIZIO GLOBALE: 4 su 5
TROFEI PlayStation: 1%
Approfondimento


ENDLING: EXTINCTION IS FOREVER

Piattaforma: PS4-PS5
Pubblicazione: 2022
Genere: Avventura, Survival

Che titolo! Non provo emozioni così forti da una “piccola produzione” da “VALIANT HEARTS: THE GREAT WAR”. Forse è la prima volta che scelgo volontariamente di non concludere un gioco perchè non riesco a pensare a quale altro dolore mi attenderà al prossimo svincolo. E anche perchè, anche senza finirlo, mi pare abbastanza scontato il finale. Prima o dopo. Se l’obiettivo (eufemismo) era quello di rappresentare quanto possa essere merda l’essere l’umano (pur con qualche sporadica e disperata eccezione), credo che gli sviluppatori ci siano riusciti perfettamente. Ascoltate un suggerimento: giocatelo. Ne vale la pena.

GIUDIZIO GLOBALE: 4.5 su 5
TROFEI PlayStation: 12%
Approfondimento

Spoiler: FINALE

Per la tua privacy YouTube necessita di una tua approvazione prima di essere caricato. Per maggiori informazioni consulta la nostra PRIVACY & COOKIE POLICY.
Ho letto la Privacy Policy ed accetto


EVIL WEST

Piattaforma: PS5
Pubblicazione: 2022
Genere: Sparatutto in terza persona

Dono di PSN. In questo periodo sono più incline alla riflessione e così questo titolo, dopo averne giocato il 20%, è stato disinstallato. Ma ciò non significa che non sia un bel titolo che vi consiglio. Nulla di nuovo ma tutto quanto già conosciuto è stato ben amalgamato. Prendete Kratos di God of War sino al III capitolo, dategli una grafica e un gameplay 2022, ambientatelo in un Far West steampunk alla Van Helsing o Wild Wild West e riempitelo di vampiri in ogni loro manifestazione e otterrete questo titolo. Se volete un hack ‘n slash con un’ambientazione particolare, l’avete trovato!

GIUDIZIO GLOBALE: 4 su 5
TROFEI PlayStation: 2%
Approfondimento


FARMING SIMULATOR 22

Piattaforma: PS4 – PS5
Pubblicazione: 2021
Genere: Simulazione agricoltura e allevamento

Ma che bel titolo! Già nel 2020 PSN mi regalò l’edizione 19 ma, tutto preso da altri titoli, lo salvai nel mio archivio senza installarlo. Questo mese PSN ha regalato la versione 22 e ho deciso di provarlo. Certo non si tratta di un “giochino”… ma di un complesso e verosimile simulatore della realtà del settore primario, collegato con i database delle principali aziende produttrici di macchinari a livello mondiale. La grafica è veramente di livello elevato: sia la natura che i macchinari sono riprodotti perfettamente e l’utilizzo di questi rende veramente l’idea del loro utilizzo reale. Vi è poi tutta una parte gestionale economica molto complessa da considerare con mercato merci e prestiti bancari… il tutto però è reso agile da comandi semplici e da un’interfaccia intuitiva. Ho iniziato il tutorial e ho acquisito subito un’arnia. L’idea è quella di sviluppare poi un progetto concentrato su apicoltura e silvicultura. Vedremo. Unico neo, come tutti i simulatori, richiede molta pazienza e tempo a disposizione. Tempo che non posso perdere in questo periodo della mia esistenza. Vedremo…

GIUDIZIO GLOBALE: 4 su 5
TROFEI PlayStation: 1%
Approfondimento


FORSPOKEN

Piattaforma: PS5
Pubblicazione: 2023
Genere: Action RPG

Avevo letto delle belle recensioni… e così, trovato in offerta da GameStop, l’ho preso. Ci ho giocato 8 ore, completato al 20% e preso 10 trofei su 62. Poi stasera l’ho disinstallato.

Mi pare un titolo che è stato commercializzato troppo in fretta, probabilmente per rispondere ad esigenze di budget. Non che abbia trovato bug particolari: il gioco scorre fluido… anche sin troppo con il comando “parkur magico”! Ma è tutto il contesto che non mi convince: un mix di cose già viste e non sviluppate adeguatamente. La grafica è bella, non ho mai visto un gioco di magie con un gameplay così semplice e immediato e degli effetti grafici così spettacolari… ma  le architetture e le ambientazioni non mi convincono. Da ex disegnatore a CAD e Maya pare si siano fermati alla fase “prime texture su struttura”. I personaggi non convincono, i dialoghi non appassionano, gli zombie in massa in un’ambientazione fantasy mi pare un azzardo. E poi, torri per sincronizzare, raccolta e crafting, boss secondari ogni cento passi… Mi spiace ma non mi ha convinto. Eppure aveva le potenzialità per essere un capolavoro.

GIUDIZIO GLOBALE: 3,5 su 5
TROFEI PlayStation: 12%
Approfondimento 1
Approfondimento 2

Ho letto nei giorni scorsi in una newsletter questo articolo “LO STUDIO DI FORSPOKEN, LUMINOUS PRODUCTIONS, CHIUDE UFFICIALMENTE” … l’avessi letto prima! 🙄😉😆


GENERATION ZERO

Piattaforma: PS4
Pubblicazione: 2019-2023
Genere: Sparatutto in prima persona

Il gioco è ambientato in una Svezia alternativa del 1989 , dove i robot violenti hanno preso il sopravvento. Le dimensioni dei robot variano da piccoli droni da ricognizione a enormi robot che torreggiano sulle case. Il giocatore assume il ruolo di un adolescente svedese che torna da un’escursione sull’isola e scopre che la popolazione locale è scomparsa a causa dell’invasione robotica. Mentre cerca di sopravvivere nelle terre selvagge svedesi, il giocatore deve trovare un modo per sconfiggere le macchine e scoprire cosa è successo alle persone che vivevano lì.

Dono PSN. Peccato perchè letta la presentazione mi pareva veramente un titolo interessante. Ma per iniziare è in prima persona, cosa che -lo sapete- non mi piace. Nonostante questo ho provato a giocarci perchè l’ambientazione mi intrigava troppo. Ma dopo un’ora di case tutte uguali, percorsi infiniti da fare a piedi e un’i.a. che lascia a desiderare… l’ho disinstallato. Peccato però.

GIUDIZIO GLOBALE: 3.5 su 5
TROFEI PlayStation: 0%
Approfondimento


GHOST OF TSUSHIMA

Piattaforma: PS4
Pubblicazione: 2020
Genere: Avventura

Gran bel gioco che ha occupato piacevolmente tante mie serate: dire che, come spesso si legge in tante recensioni, è un Assassin’s Creed ambientato nel Giappone feudale è riduttivo… ma per certi aspetti non è così sbagliato. La grafica è l’apoteosi della PS4 PRO su monitor 4k: non ho mai visto nulla che possa eguagliarla per qualità, precisione, dettaglio. L’ambientazione è perfetta con una ricostruzione storica delle culture nipponica e mongola maniacale. Ciò che lascia un po’ l’amaro in bocca e che impedisce di gridare al miracolo videoludico è lo spessore dei personaggi e della trama: sicuramente c’è stato un grande impegno nel trasportare nel gioco il “bushido” e nel toccare con un certo tatto diverse problematiche contemporanee trasportandole nell’ambientazione storica (vedi omosessualità, pedofilia, tensioni familiari, dipendenze, etc.) ma l’opera -volendo rimanere in equilibrio tra il mondo degli utenti maturi che apprezzano la trama e quello dei ragazzi che apprezzano il gameplay- non soddisfa completamente -a parer mio- ne gli uni ne gli altri. Altro neo è rappresentato dal gameplay che, per certi aspetti è fantastico (vedi ricostruzione dei combattimenti con le armi bianche) ma per altri si riduce a un premere ripetutamente il tasto R2 per interagire con l’ambiente, sminuendo l’interattività, o al ripetere quest secondarie clone. Genericamente comunque è certo che meriti un posto nella collezione di ogni giocatore e di ogni appassionato di cultura giapponese.

GIUDIZIO GLOBALE: 5 su 5
TROFEI PlayStation: PLATINO 100% 🏆
Approfondimento


Heavenly Bodies

Piattaforma: PS4 – PS5
Pubblicazione: 2021
Genere: Puzzle

Dono di PSN. Il gioco, concettualmente, è veramente geniale. Ricorda “Lunar Lander” uno dei primi giochi sul quale trascorsi tante ore da ragazzo! In quel gioco comandavi con i tasti freaccia della tastiera i razzi di un modulo di atterraggio lunare… e dovevi farlo scendere sul terreno dolcemente, cosa quanto mai complessa data l’assenza di gravità. Qui è una cosa simile in versione 2020. Sei un astronauta e devi compiere missioni dentro e fuori la stazione spaziale orbitante intorno alla Terra… e anche in questo caso devi relazionarti con l’assenza di gravità. Sinceramente… è snervante! Ho finito la prima missione, preso il trofeo e poi l’ho disinstallato. Con un pensiero di stima e solidarietà verso Astro-Samatha che di quella realtà ha fatto la sua vita!

GIUDIZIO GLOBALE: 3.5 su 5
TROFEI PlayStation: 1%
Approfondimento


Hood: Outlaws & Legends

Piattaforma: PS4 – PS5
Pubblicazione: 2021
Genere: Azione – PvPvE

Dono di PSN che ho installato tanto per provarlo. Il filmato iniziale è eccezionale: tipica ambientazione che adoro (Britannia medievale) con ottima grafica e inquadrature di effetto. Anche i due personaggi di Robin e Marian sono ben disegnati e caratterizzati: il tutorial infatti scorre che è una favola alternando azioni stealth con momenti powa truculenti. Poi però inizia il gioco online… e niente. Forse non ho più l’età. Forse è proprio il titolo che ha meccaniche ripetitive che non lo fanno decollare… e così dopo due ore di “gioco” l’ho disinstallato. Ah… evidenzio che essendo datato e già superato nell’online ci sono poche persone e tanti bot.

GIUDIZIO GLOBALE: 3 su 5
TROFEI PlayStation: 0%
Approfondimento


MAFIA: DEFINITIVE EDITION

Piattaforma: PS4 – PS5
Pubblicazione: 2020
Genere: Sparatutto in terza persona / Avventura dinamica

Dono PSN. Quando l’ho ricevuto l’ho fatto subito scivolare in fondo alla lista delle priorità… perchè dal trailer mi sono detto “la classica americanata che etichetta gli italiani pizza, mafia e mandolino”. In questo periodo che sto “evadendo un po’ di arretrato”, l’ho installato e devo ammettere che ho proprio sbagliato nel mio giudizio preventivo: è infatti un ottimo titolo che deve essere assolutamente giocato! Si tratta di uno sparatutto ibridato a un gioco di corse ambientato in una pseudo-Chicago degli anni 30′ ricostruita perfettamente e con, alla base, una trama solida che permette di comprendere bene il fenomeno della ghettizzazione e della povertà degli immigrati, con le dinamiche che si sviluppano all’interno della comunità e quelle che scaturiscono dai rapporti con le altre minoranze e con la “civiltà dominante ospitante”. Gran titolo, davvero. L’ho giocato in modalità storia e poi ci sono ancora rimasto su qualche sera nella interessante modalità “fatti un giro” che permette di girare liberamente per la città. Puoi anche guidare moto oltre che tante auto del tempo riprodotte perfettamente e costumizzabili!

GIUDIZIO GLOBALE: 4.5 su 5
TROFEI PlayStation: 55%
Approfondimento

Mafia

 


MAFIA 2: DEFINITIVE EDITION

Piattaforma: PS4 – PS5
Pubblicazione: 2020
Genere: Sparatutto in terza persona / Avventura dinamica

Dono PSN. Proseguo l’avventura iniziata con MAFIA. Questa volta siamo in una New York degli anni ’50 (non prima di essere stati in Sicilia nella WWII per un capitolo) e interpretiamo un nuovo personaggio. Trama solida, belle auto, belle musiche come colonna sonora. Anche questo è un titolo che vale la pena giocare.

GIUDIZIO GLOBALE: 4.5 su 5
TROFEI PlayStation: 59%
Approfondimento


NIOH 

Piattaforma: PS4 – PS5
Pubblicazione: (2017) – 2021
Genere: Azione

Dono PSN. Ne avevo letto sui siti specializzati. Soprattutto perchè per varie problematiche il titolo doveva essere pubblicato nel 2004 e ha poi visto effettivamente la luce nel 2017! Nel 2021, in occasione dell’uscita del sequel, hanno rimasterizzato il primo titolo adattandolo alla PS5. L’ho installato e ho giocato la parte iniziale nella Torre di Londra. Oltre al discorso scontato sul gameplay e sulla grafica, per forza di cose datate… non mi sono trovato con l’estrema caratterizzazione orientale dei personaggi. Come già accaduto con altri titoli simili, pur essendo profondamente attratto e interessato dalla cultura nipponica, i giochi in stile orientale non mi riescono a conquistare. Troppe luci, troppa dinamicità, troppi combattimenti e troppi boss ostici. Alla fin fine ne esco frustrato dopo poche ore col gamepad in mano… e questo non è il mio obiettivo quando decido di giocare un po’.

GIUDIZIO GLOBALE: 3 su 5
TROFEI PlayStation: 0%
Approfondimento


NIOH 2 

Piattaforma: PS4 – PS5
Pubblicazione: (2020) – 2021
Genere: Azione

Vedi recensione precedente: nel secondo capitolo hanno implementato la possibilità di editare il proprio personaggio e anche quando si trasforma in uno spirito. La grafica è all’ennesima potenza… un tripudio di luci e colori da crisi epilettica! Ma, come nel titolo precedente, non mi prendono l’ambientazione e il gameplay troppo hardcore e orientale.

GIUDIZIO GLOBALE: 3,5 su 5
TROFEI PlayStation: 0%
Approfondimento


NO MAN’S SKY 

Piattaforma: PS4
Pubblicazione: (2016) – 2020
Genere: Esplorativo – Gestionale 3d

Quando presentarono questo titolo pensai che il titolo definitivo era finalmente giunto: il genio di Elite (Commodore 64, 1984) con una grafica da urlo! 😜 Poi tutte le polemiche che seguirono il lancio mi fecero desistere dall’acquistarlo e non ci pensai più. Ieri (ottobre 2020) da GameStop ne ho trovata una copia a poco e l’ho preso… 

Ci ho poi giocato a periodi alterni per poco più di un anno. Ma, seppur mi sembri un gran titolo, non sono riuscito ad innamorarmente. Forse perchè le dinamiche, alla fin fine, sono sempre le stesse e la ripetitività dopo un po’ stufa. Ho anche coinvolto una decina di amici della Gilda Esploratori Erranti nel tentativo di ricreare qui una sorta di Kaladish spaziale… ma -soprattutto a causa della mia presenza incostante- il progetto non è decollato come avrei voluto. Il fatto è che invecchio è sono sempre meno le notti che posso trascorrere davanti un monitor attento e partecipe 🙄😆. Confidiamo in Starfield… anche se pare che sarà un titolo esclusivamente XBOX!

GIUDIZIO GLOBALE: 3,5 su 5
TROFEI PlayStation: 0%
Approfondimento


POWERWASH SIMULATOR 

Piattaforma: PS4-PS5
Pubblicazione: 2021
Genere: Esplorativo – Gestionale 3d – Sparatutto

Mai avrei pensato che si studiassero un gioco del genere. Io per primo, in estate, mi diverto come un matto a sparare con la mia piccola idropulitrice… ma arrivare a programmare un videogioco sull’attività… pazzesco! Comunque l’idea è buona, direi molto “zen”… perchè è molto rilassante pulire oggetti vari. Alla lunga però, soprattutto con gli schemi più grandi, diventa noioso.

GIUDIZIO GLOBALE: 3,5 su 5
TROFEI PlayStation: 1%
Approfondimento


RESIDENT EVIL VILLAGE

Piattaforma: PS4 e PS5
Pubblicazione: 2021
Genere: Survival horror

Quando ho acquistato la PS5 in bundle mi hanno donato questo titolo con supporto fisico per PS4 e possibilità di scaricare online grauitamente la versione PS5. Qualche giorno fa, letto che si poteva giocare il titolo in terza persona mi sono finalmente deciso ad installarlo. Village è il decimo capitolo della serie principale Resident Evil, ed è il sequel diretto di Resident Evil 7: Biohazard, pubblicato nel 2017.

Io ho giocato da Zero al 4° episodio ambientato in Spagna. L’ultimo titolo in particolare mi era piaciuto molto, pur trovando l’ambientazione particolarmente angosciante poi mi concentrai su altri titoli più affini ai miei gusti e abbandonai la saga. Di questo decimo capitolo ho letto solo più che bene e così, avendolo in casa, ho pensato di provarlo… ma già subito dopo l’installazione ho scoperto la prima pecca: per giocare in terza persona si deve spendere € 20 e acquistare online un DLC! Prima di procedere, seppur non proprio entusiasta della cosa, ho deciso di iniziare una partita a livello facile in prima persona per valutare se il gioco mi piacesse. Devo dire che la grafica è veramente di ottimo livello. Ambientazione (Romania), personaggi e intreccio sono ben sviluppati e il gameplay è semplice e immediato. Ma dover cercare di sopravvivere a licantropi tutta la notte dopo aver lavorato tutto il giorno in ufficio non è la mia massima aspirazione. Gioco per rilassarmi, non per aumentare le mie angoscie e tensioni. Così, dopo qualche ora, l’ho disinstallato. Ripeto: è un buon titolo, ma per me non è il periodo ed è un genere (il tipo di gioco, non l’ambientazione) che, da anni, non mi attrae più così tanto.

GIUDIZIO GLOBALE: 4 su 5
TROFEI PlayStation: 3%
Approfondimento

NOTA: il titolo permette anche di scaricare Resident Evil Re:Verse. Un multiplayer online realizzato per celebrare i 25 anni del titolo. Si è autoinstallato. L’ho fatto partire una volta e l’ho disinstallato.

Approfondimento


SABLE

Piattaforma: PS5
Pubblicazione: 2022
Genere: Avventura

Dono di PSN. Avevo letto un’interessante recensione e così l’ho installato. Ma ci ho giocato solo un’ora e poi l’ho cancellato. Sicuramente influisce il mio stato d’animo attuale… ma l’ho trovato veramente lento e la grafica non mi convince (soprattutto le tonalità pastello diffuse). Il fatto che non sia localizzato in italiano e vi siano molti dialoghi lunghi e articolati, non mi ha stimolato a proseguire.

GIUDIZIO GLOBALE: 2 su 5
TROFEI PlayStation: 0%
Approfondimento


STEELRISING

Piattaforma: PS5
Pubblicazione: 2022
Genere: RPG Azione

Dono di PSN. Mi ha attirato l’ambientazione particolare… una sorta di rivoluzione francese in versione steampunk. Ma è un soulslike come tanti altri, con una bella grafica e una gran fantasia nella creazione di boss particolari e scenografici. Non è un brutto titolo, ma non convince.

GIUDIZIO GLOBALE: 3 su 5
TROFEI PlayStation: 0%
Approfondimento


TAILS OF IRON

Piattaforma: PS4 e PS5
Pubblicazione: 2021
Genere: Platform 2D scorrimento laterale

Dono di PSN. Non me lo avessero donato, dalla sola presentazione non l’avrei acquistato… ma quanto avrei sbagliato! Questo indie platform a scorrimento orizzontale è una perla rara. Se avessi avuto la capacità, i capitali e il team per realizzare un videogioco ambientato nel mio MondOltre, sarebbe stato così! Ambientazione eccezionale, disegno di livello (mi ricorda tanto i disegni della mia infanzia di Beatrix Potter), personaggi ben caratterizzati, gameplay coinvolgente, sfidante ma mai frustrante. Gran titolo!

GIUDIZIO GLOBALE: 5+ su 5
TROFEI PlayStation: PLATINO 100% 🏆
Approfondimento

Approfondimento


THE CALLISTO PROTOCOL

Piattaforma: PS4 e PS5
Pubblicazione: 2022
Genere: Survival horror

Dono di PSN. Ne ho sentito parlare come l’erede dello storico “Dead Space”. Lo installo e devo dire che la grafica di alto livello e il taglio cinematografico mi prendono non poco. Poi però arrivano i mostri… che da un lato sono particolarmente ostici e dall’altro ripropongono sempre le stesse situazioni: stick sinistro piegato rapidamente a destra, sinistra o giù (perdendo un po’ di salute). Alla fin fine dopo due ore così ti stufi. Oltre al fatto che in questo periodo di forte stress lavorativo e familiare non voglia di trascorrere ore a smembreare zombie dopo che mi hanno fatto saltare sulla poltrona! Disinstallato. Ma è un buon titolo.

GIUDIZIO GLOBALE: 4 su 5
TROFEI PlayStation: 3%
Approfondimento


TREK TO YOMI

Piattaforma: PS4 e PS5
Pubblicazione: 2022
Genere: Azione

Dono di PSN. Un dono prezioso. Perchè si tratta veramente di un buon titolo. O forse l’aggettivo più corretto è bel titolo: se, infatti, da un punto di vista della trama e del gameplay siamo a livelli base e con pure qualche piccolo bug, è dal punto di vista estetico, nella ricercatezza del particolare e nella colonna sonora che questa produzione sicuramente dal budget contenuto ha raggiunto risultari encomiabili. Pare di essere all’interno di un film in bianco e nero di Kurosawa. Imperdibile per qualsiasi appassionato del genere.

GIUDIZIO GLOBALE: 4.5 su 5
TROFEI PlayStation: 22%
Approfondimento


WEIRD WEST

Piattaforma: PS4 e PS5
Pubblicazione: 2022 – 2023
Genere: Gioco di ruolo d’azione

Dono di PSN. Le recensioni lette a inizio anno erano interessanti… parlavano di un west fantastico e di un gioco con una forte caratterizzazione dei personaggi e una grande interattività con l’ambiente. Così l’ho installato. Infatti è così… ma -proababilmente perchè è un Indie con budget ridotto- le mie aspettative non sono state soddisfatte. L’idea di fondo è molto intrigante ma, per prima cosa, è localizzato in 7 lingue escluso l’italiano e -tra audio basso, pronuncia veloce e sottotitoli in inglese che scorrono velocissimi- non è assolutamente semplice comprendere i dialoghi per una persona che conosce l’inglese ai miei livelli. Poi la grafica: in pratica un Follout 1 o 2 delle origini con impostazione alla Dishonored o Prey di anni fa. Nulla da dire, ma non è nemmeno più comparabile con gli standard delle grandi produzioni di questi ultimi anni. A tutto ciò aggiungiamo che in 15′ di gioco ho trovato 3 bug… e così, deluso, l’ho disinstallato.

GIUDIZIO GLOBALE: 3,5 su 5
TROFEI PlayStation: 0%
Approfondimento