0062

Mi piacciono le ortensie. Mi ricordano la mia infanzia, le signore al mercato delle cavagne sotto l’ala del comune, floride, con il faccione sorridente, i “pumin rus” e quel vestito conformato spesso blu con i fiorellini sopra. Per me rappresentano l’opulenza e gli aspetti positivi della vita in cascina, le poche parole sagge, i sacrifici in silenzio, le risate di cuore… e i profumi della cucina!


NOTA GENNAIO 2024:All’Eremo vi sono due aree dedicate alle ortensie (che io ho trasformato in tre piantando le “quercifolia”): una in fondo al giardino, blu, e una vicino al barbeque, rosa.


ūüĎĀ‚Äćūüó® CHECK 01-2024: ūüüĘ



Hydrangea

Hydrangea L. è un genere di piante floreali della famiglia delle Hydrangeaceae.

Etimologia

Il nome scientifico di questo genere (Hydrangea) risale ufficialmente a¬†Linneo¬†che lo descrisse nell’opera¬†Species Plantarum¬†(1753) con queste parole:

Hydrangea. Gron. virg. 50. Habitat in Virginia. РFrutex ex ordine Arbustivarum XIX, foliis oppositis, floribus in cymam digesti

trad:¬†Hydrangea. Gron[ovius] [Flora] virg[inica] 50¬†Vive in Virginia. – Frutice dell’ordine XIX delle arbustive, a foglie opposte, fiori raccolti in cima.

Linneo stesso, come si vede, si rif√† per questa pianta all’opera¬†Flora Virginica¬†(1739) del botanico olandese¬†Gronovius, che √® stato quindi probabilmente il primo a usare il nome scientifico¬†Hydrangea. Tale nome viene dal¬†greco antico¬†ŠĹēőīŌČŌĀ,¬†hydŇćr¬†(¬ęacqua¬Ľ)¬†e¬†ŠľĄő≥ő≥őŅŌā,¬†angos¬†(¬ęvaso¬Ľ) e quindi significa ¬ęvaso d’acqua¬Ľ, per la forma dei frutti simili a coppe per l’acqua.

Ortensia

Il nome pi√Ļ diffuso di¬†ortensia¬†(nome volgare) deriva da un altro nome scientifico dello stesso genere,¬†Hortensia, che gli fu attribuito dal¬†naturalista¬†Philibert Commerson¬†che la “scopr√¨” nel 1771 durante un lungo viaggio di studio a Bougainville, in Asia e in Madagascar. Sembra che il nome sia stato dato in onore della signora Nicole-Reine Lepaute, familiarmente chiamata appunto Ortensia; ma la cosa non √® appurata con certezza.

Le due scoperte, una in Nordamerica, l’altra in Asia, corrispondevano a due specie diverse, ma le due specie furono riconosciute come appartenenti a uno stesso genere. Per il criterio di precedenza, prevalse il nome¬†Hydrangea¬†(ufficializzato nel 1753) su¬†Hortensia¬†(ufficializzato solo nel 1773). Il secondo nome, tuttavia, √® rimasto nell’uso popolare come nome volgare, a spese del primo.

Descrizione

Il genere comprende diverse specie di piante legnose arbustive. La particolarit√† di questa pianta sono i¬†fiori, riuniti in¬†infiorescenze¬†pi√Ļ o meno sferiche, dette¬†corimbi¬†o¬†pannocchie, che portano fiori per lo pi√Ļ sterili, soprattutto quelli esterni, per cui sono sostituiti dai sepali, grandi e petaliformi, mentre le altre parti fiorali sono abortite.

Colore e acidità del suolo

Nella maggior parte delle specie i fiori sono bianchi, ma in alcune (come¬†H. macrophylla), possono essere blu, rossi, rosa, violetto o viola scuro. Questi cambiamenti si devono al differente¬†pH del suolo.¬†In particolare per la¬†H. macrophylla¬†e la¬†H. serrata¬†se il terreno √® acido (pH inferiore a 6) si avranno fiori tendenti al blu. se invece √® basico/alcalino (pH superiore a 6) i fiori saranno rosati.¬†Il cambiamento √® dovuto al pigmento del fiore che √® sensibile alla presenza di ioni d’alluminio.

Distribuzione e habitat

Il genere √® particolarmente rappresentato nella flora naturale della¬†Cina¬†ma comprende anche specie di altre regioni dell’Asia¬†orientale (p.es.¬†Hydrangea petiolaris¬†in Giappone e Corea,¬†Hydrangea kawakamii¬†endemica di Taiwan,¬†Hydrangea anomala¬†nell’Himalaia fino alla¬†Birmania¬†ecc.).

Inoltre appartengono a questo genere alcune specie¬†americane, sia nella parte Nord (p.es.¬†Hydrangea arborescens¬†negli¬†USA¬†orientali) che pi√Ļ a sud (p.es.¬†Hydrangea peruviana¬†in¬†Sudamerica¬†e aree adiacenti dell’America Centrale).

Tassonomia

La specie Hydrangea macrophylla comprende numerose varietà con grosse infiorescenze globose bianche, rosa, rosse o azzurre, utilizzate per la produzione in vaso o nei giardini.
Altre¬†specie¬†del genere¬†Hydrangea¬†sono l’H. paniculata, arbusto con ramificazioni sottili e decombenti sotto il peso delle piccole infiorescenze bianche, che viene coltivata a forma di alberetto o cespuglio e si moltiplica per¬†talea¬†e l’H. arborescens, arbusto con foglie decidue e fiori profumati.

Coltivazione

Germoglio

Fioritura

Fiori essiccati di Hydrangea macrophylla

La coltivazione in piena terra richiede clima fresco durante l’estate, esige terreno di¬†brughiera¬†con aggiunta di terriccio di foglie e sabbia, neutro o acido. L’acidit√†¬†del terreno influenza il colore dei fiori: il blu indica un terreno pi√Ļ acido (pH < 6). L’ortensia pu√≤ essere coltivata in vaso, forzandola in serra per la fioritura primaverile.
L’esposizione¬†da preferire √® a mezz’ombra con irrigazioni generose e frequenti concimazioni liquide nella stagione calda.
La potatura viene effettuata prima della ripresa vegetativa accorciando drasticamente i rami vecchi e lasciando solo due gemme per ramo in alcune specie, o semplicemente togliendo le vecchie infiorescenze e sfoltendo i rami vecchi.
La moltiplicazione avviene per talea erbacea o legnosa nel periodo di ottobre.

FONTE