0057

Ricordo di aver visto questo fiore allo stato selvatico durante numerose escursioni ai rifugi Jervis e Barbara in alta Val Pellice. Qui all’Eremo ElGram abbiamo trovato un’aiuola piena di questa bella bulbosa. La maggior parte dei fiori sono arancio, alcuni virano maggiormente al rosso e altri al giallo.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Bron ElGram (@bron_elgram)


Lilium bulbiferum

Il giglio rosso o giglio di San Giovanni (Lilium bulbiferum L.) è una pianta della famiglia delle Liliacee. Il nome comune fa riferimento al fatto che la specie tendenzialmente mostra un apice della fioritura verso fine giugno, periodo nel quale cade la ricorrenza di San Giovanni (24 giugno).

Descrizione

È una pianta perenne, alta 30–90 cm, con fusto eretto, robusto, foglioso fino in alto; foglie basali e cauline sparse, lineari lungamente acuminate; fiori (1-6) in ombrella compatta, rivolti verso l’alto; petali (6) da ellittici a largamente obovati, giallo-aranciati, con punteggiature più scure in rilievo.

Fiorisce da maggio a luglio. Presenta dense infiorescenze erette di colore giallo-arancio punteggiato di marrone, su steli di circa 1 metro di altezza. Si moltiplica facilmente con i bulbilli prodotti sullo stelo.

Distribuzione e habitat

La specie è è diffusa in Europa centrale e meridionale. Cresce spontanea sui pendii erbosi ed assolati dei monti italiani; si trova nelle radure, ai margini dei boschi e nei pascoli subalpini ed appenninici da 100 a 1800 m.

FONTE